Villa Litta Lainate

ALTERAZIONI

ALTERAZIONI

AL VIA LA TERZA EDIZIONE DELLA RASSEGNA ALTERAZIONI:

IN VIAGGIO TRA TERRENI MUSICALI E LINGUAGGI INESPLORATI

Musica ‘non-convenzionale’, strumenti in dialogo con le immagini, percorsi artistici di solisti o micro-formazioni neo-cameristiche, il tutto in una location prestigiosa, la Sala della Musica di Villa Visconti Borromeo Litta a Lainate (MI). Sono questi alcuni degli elementi chiave della terza edizione di ALTERAZIONI, la rassegna di musiche innovative promossa dal Comune e Oneiros Teatro, sotto la direzione artistica di Massimo Giuntoli e la collaborazione di Yamaha. Un percorso in quattro tappe, il giovedì sera, che si propone di accompagnare il pubblico in territori inesplorati o… quasi. 

“Conditio sine qua non… per avvicinarsi a questa musica infatti è la curiosità – spiega Giuntoli - Il desiderio di avventurarsi su strade poco o per nulla battute, terreni inesplorati, accompagnati da guide d’eccezione, professionisti che potremmo definire pionieri di molteplici linguaggi, attraverso una libertà d’azione che non disdegna né le avanguardie accademiche né ogni altra espressione del nostro tempo. Per questa edizione 2015 la scelta è caduta quasi esclusivamente su solisti (con l’eccezione di un duo strumentale) e di solo-performance multimediali che vedono i titolari della musica in dialogo con i linguaggi dell’immagine e del suono rielaborati digitalmente, grazie alla collaborazione artistica e tecnica dei rispettivi partner di progetto”. 

“L’Amministrazione in questi anni ha creduto molto nella musica e moltiplicato le proposte – aggiunge l’assessore alla Cultura Ivo Merli – Grazie al supporto di professionisti d’alto profilo siamo riusciti a portare in città rassegne e concerti di esclusivo valore spaziando tra generi e repertori differenti, dalla classica al jazz, alla musica innovativa e sperimentale come quella proposta da Alterazioni. Il tutto sempre in un’ottica ‘popular’ per rendere accessibili le serate a un gruppo sempre più vasto anche di giovani. Da questo punto di vista l’autunno 2015 si prepara ad essere ‘davvero caldo’, riservando numerose sorprese”. 

Ad aprire la rassegna - che per scelta si è voluta mantenere a ingresso libero (fino ad esaurimento posti) per poter garantire l’accesso a un pubblico non solo di nicchia – sarà giovedì 15 ottobre, alle 21, un doppio concerto: ‘Dialogo del soffio e del metallo’ con Mario Mariotti  tromba e flicorno, e Luca Valli alla regia del suono. Seguirà ‘Rondine’ con Eloisa Manera  tra violino e live electronics, Rosarita Crisafi  visual art. 

 

 

DIALOGO DEL SOFFIO E DEL METALLO - Il processo della trasformazione del soffio umano in suono e successivamente in musica è quello che rende la tromba uno degli strumenti più affascinanti e di maggior impatto emotivo fin dall'antichità. La performance presentata da Mariotti è costituita da differenti dialoghi che si svolgono contemporaneamente fra elementi compositivi e sonori alquanto diversi gli uni dagli altri.  A partire dal primo dialogo, che si sviluppa all'interno dello strumento stesso, in cui la forza dell’aria consente al metallo di entrare in vibrazione e generare onde sonore. In programma composizioni di autori provenienti da differenti contesti stilistici, che sfruttano in modo diverso e con linguaggi assai differenti le potenzialità dello strumento e il suo rapporto con l’elettronica.

RONDINE  "Rondine" è il nome dell’album di esordio solista della musicista italo-spagnola Eloisa Manera, che testimonia le innumerevoli migrazioni dell’eclettica violinista, compositrice e improvvisatrice. Jazz e suggestioni ambient, echi di Bartok filtrati dal minimalismo di Steve Reich, dialoghi tra field recording urbani e le corde del violino. Vibrazioni di corde moltiplicate ed espanse dall'elettronica, che generano paesaggi molto diversi tra loro: dalle onde di grano nella valle del Tago al barocco intravisto tra le nebbie di una Venezia tanto vissuta quanto immaginata, dalla quiete ipertesa dei suburbi di Milano ai giochi antichi di bimbi nella Sicilia spagnola, fino alla frenesia vitale nei vagoni affollati o solitari della metropolitana di New York. Il contrappunto visual elaborato da Rosarita Crisafi interagisce col suono sottolineando ogni variazione melodica, armonica, dinamica, e traducendo i “paesaggi sonori" in immagini.

 

Prossimi appuntamenti: 

 

giovedì 5 novembre, alle 21
RANDOM2
Nicola Fazzini  sax alto

CORDE ALTERNE
Roberto Gemo  chitarre, effetti
Alessandro Fedrigo  basso, voce, effetti  

 

giovedì 19 novembre, alle 21
PIANO WAX
Massimo Giuntoli  pianoforte

 

giovedì 26 novembre, alle 21
COVER THE TOP
Debora Petrina  pianoforte, voce, live electronics